LA CONFESSIONE DI GIUDITTA


Valico oltre il quale la sacralità della confessione viene rappresentata come bramosia di ascoltare ed immaginare da parte dell’interlocutore e non come momento di riconciliazione con il Padre Eterno. La sfarzosità e l’impudenza quasi ingenua di una peccatrice sazia e provocante suona come una irresistibile e fragorosa provocazione alle orecchie di colui che contrasta da ministro di Dio, ma si difende da uomo. (S.M.)

Olio su tela, vetro, 2008 150x80

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Profumo

CREDO

IL FALCO